BEATO QUEL POPOLO CHE NON HA BISOGNO DI EROI, MA SI PRENDE LE SUE RESPONSABILITÀ

Schermata 2020-04-22 alle 23.38.26

In questi giorni, dai social network ai media tradizionali, ricorre con altissima frequenza l’uso della parola eroe applicata a chi, in realtà da sempre, lavora per tutelare la nostra salute. Eroi i medici, gli infermieri, il personale sanitario, Oss e addetti alle pulizie. La parola eroe ci piace, perché mette a posto la nostra coscienza, il nostro bisogno di mostrare gratitudine – sacrosanta – nei confronti di queste categorie, ma non richiede alcun tipo di azione, alcuna reazione rispetto al sistema che ci ha portati a domandargli tanto sacrificio. Eroi nazionali, come in tempo di guerra e come in tempo di guerra non ci si domanda, troppo spesso, quali siano state le cause che hanno scatenato la battaglia.

Certo gli eroi sono coloro che tutti i giorni si battono sul campo, ma la guerra, vera o metaforica che sia, chi l’ha causata? La similitudine costante, utilizzata nella narrazione giornalistica, fra questa epidemia e la guerra personalmente non mi piace, ma se può servire a qualcosa, questo qualcosa è la miglior comprensione delle dinamiche che stiamo vivendo. Continua a leggere…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s