Preghiera del mare: una non recensione

Schermata 2018-09-13 alle 18.40.23.png

 

Questa non è una recensione.

Fare letteratura è un atto politico. Scrivere, disegnare sono atti politici, ma lo è anche e soprattutto decidere cosa e come pubblicare. Viviamo tempi bui, un’epoca in cui sembra sempre più difficile provare empatia, confrontarsi – anche senza comprendere, ma col semplice sentire – con qualcosa di umano che ci accomuna tutti quanti, al di là della provenienza geografica, dell’estrazione sociale, del credo religioso. Costantemente immersi in un universo ego regolato, a nostra personale immagine e somiglianza, non riusciamo a decifrare il mondo se non attraverso le nostre esperienze vissute. Quante volte manchiamo di capacità di astrazione? Anche chi parla di valorinon è esente da questa tendenza. Abbiamo a disposizione un potenziale infinito d’informazioni, conoscenze che ci potrebbero permettere di andare ben oltre l’ordinario chiacchiericcio, ma manchiamo della molla che ci spinge verso la conoscenza: il desiderio di contatto con l’altro, che sia un mondo, un oggetto, una persona. E poi non abbiamo tempo.

Continua a leggere…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s