Venus drive

Schermata 2018-01-03 alle 20.43.08.png

Quando sembrava che il nostro gruppo dovesse diventare la nuova rivoluzione nell’idiozia di massa, ho troncato con Rosalie. Un valletto adolescente dell’industria discografica ci aveva portati a mangiare gnocchi serviti da un trans e ci aveva detto che era giunto in nostro momento. L’unica cosa che restava da fare era mettere insieme un qualche tipo di musica. Con tutta la speedball e i pompini che mi aspettavano, ho pensato che mi sarebbe rimasto ben poco da fare a una qualche versione di Rosalie. Il nostro doppio album d’esordio, Barbecue pork Classic suicide, è stato snobbato dal pubblico di massa e vituperato dagli alternativi. O forse viceversa. Comunque sia, ci siamo rimasti male, davvero. Quando vi voltano le spalle gli alcolizzati astiosi sul cui sostegno morale avete sempre potuto contare, è il momento di ammettere che è stato solo un simpatico esperimento postadolescenziale.

S. Lipsyte, Venus drive, Minimum fax, 2005

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s